Una continua “caccia al tesoro” tra Medioevo e contemporaneità

Una meta da non perdere per svelare con tutta la famiglia le due anime della Toscana, tra fortezze, graffiti e opere di arte ambientale fino a ritrovarsi in un autentico villaggio medievale.

POGGIBONSI

04_FortezzaMedicea_Poggibonsi_ValDElsa_web

I viaggi in famiglia richiedono spesso mete piene di curiosità e attività che possano stimolare i piccoli di casa così come gli adulti. In Toscana, e in particolare nella Val d'Elsa, Poggibonsi saprà conquistare tutta la famiglia con le sue molte sfaccettature, che permettono di viaggiare attraverso diverse epoche storiche fino alla contemporaneità.

La scoperta del passato ha inizio con la visita della Fortezza Medicea di Poggio Imperiale, voluta da Lorenzo de’ Medici e mai portata a termine. Un piccolo ponte levatoio permetterà di entrare in una vasta area all'aperto da cui si accede anche al Cassero, con i suoi imponenti bastioni e la grande e verde piazza d'armi, e all'area archeologica. Un luogo ideale dove passeggiare e, perché no?, magari fermarsi per un bel pic-nic.

Poggibonsi-archeodromo- (8)

Ciò che veramente catturerà l'attenzione dei bambini e proietterà i grandi indietro nel tempo è l'Archeodromo: si tratta della fedele riproduzione di un villaggio medievale, dove archeologi-ricostruttori in abito storico accoglieranno i visitatori, pronti a spiegare a cosa servivano le varie strutture e come si svolgeva la vita nel villaggio nell’epoca di Carlo Magno e durante tutto il Medioevo. Per chi desidera immergersi interamente in un altro tempo c'è la possibilità di prendere parte alle attività del villaggio, entrando a far parte di una comunità vissuta secoli addietro, dove anche i bambini potranno imparare la storia divertendosi e vivendola in prima persona. E se sarete fortunati, sarà possibile anche gustare una cena medievale fedelmente ricostruita, senza però rinunciare al piacere della buona tavola!

Sospesa tra due epoche è invece la Rocca di Staggia: nella vicina frazione di Staggia Senese, l'imponente costruzione trecentesca è visitabile all'interno e in parte sul camminamento aereo che anticamente la congiungeva al borgo, e ospita collezioni permanenti e mostre di arte contemporanea, in una mescolanza di antico e moderno che avvolge, nei suoi Itinerari di Luce, con un velo di magia.

Grazie a molti progetti di arte contemporanea e site specific, il semplice passeggiare per Poggibonsi si trasforma in un'avvincente "caccia al tesoro" alla ricerca di opere e murales. Le sette statue del progetto Fai Spazio, Prendi Posto (Making Space, Taking Place) di Antony Gormley possono essere lo spunto per una piccola gara in famiglia a chi le vede tutte per primo: si tratta di sette sculture antropomorfe, rappresentate in forma pixellata, sparse per il paese e intente a compiere azioni comuni mentre si mescolano, giorno dopo giorno, con gli abitanti di Poggibonsi. Un indizio: una di queste si trova in un posto citato poco sopra.
Altamente suggestiva è la Fonte delle Fate, una struttura antica (nonché unica fonte ad essere arrivata fino ai nostri giorni) al cui interno l'artista Mimmo Paladino ha collocato delle statue di coccodrilli e persone addormentate, i "Dormienti", che l'acqua nasconde o rivela in relazione alle piogge e che, con il loro mistero fiabesco, affascineranno anche i più piccoli.

2_453_poggibonsi_fonte_delle_fate_istallazione_permanente_paladino
come-ti-piace-poggibonsi-murales-vera-bugatti

Numerosi graffiti sono poi sparsi per le strade e sugli edifici di Poggibonsi, come ad esempio i murales di Hyuro e Qbic, artisti internazionali che con le loro opere portano a riflettere, rispettivamente, sulla condizione della donna e sulla conoscenza che si tramanda di generazione in generazione.
Anche in questo caso, l'arte urbana e ambientale di Poggibonsi offre spunti di riflessione e anche occasioni di gioco in cui i bambini si sentiranno coinvolti e stimolati ad esplorare il luogo!

Vivere Poggibonsi è un'esperienza avvolgente, che spazia tra epoche diverse e linguaggi artistici differenti tra loro, senza però tralasciare quelle che sono la tipica cucina toscana, la bellissima campagna circostante e la famosa Via Francigena che caratterizzano la Val d'Elsa.

Per saperne di più

L’Archeodromo

La Rocca
di Staggia

Le sculture di Antony Gormley

Cosa fare

Ogni esperienza è unica e speciale! Progetta le tue giornate ideali e pianifica le attività che preferisci. Scegli la Valdelsa Valdicecina, come ti piace!

Scroll to Top