Montecatini Val di Cecina

La storia mineraria della Valdicecina tra borghi e fortificazioni

Castrum Montis Leonis, così si chiamava anticamente il borgo di Montecatini Val di Cecina, e il suo centro infatti è caratterizzato da edifici imponenti e spesse mura a fasce bianconere, un castello che doveva fare da residenza per i cavalieri venuti dal Nord.

A lungo è stato territorio di contesa tra Pisa e Volterra, e che la guerra era parte della vita di questo borgo lo possiamo capire ad esempio dai due fori aperti trasversalmente alla Torre dei Belforti, che permettono di tenere sotto controllo il Mastio di Volterra e la Rocca Sillana, un “cannocchiale”... d’altri tempi.

Questo territorio, costellato di piccoli villaggi immersi nella natura, è poi intimamente legato ad un elemento - “prezioso” per molti versi - fin dall’epoca degli etruschi: il rame.
Nell’800 le miniere di rame di questa zona erano le più grandi d’Europa e - benché non siano più in attività dal 1907 - oggi rimangono visitabili la galleria, il sito minerario di Camporciano, il Museo delle Miniere e si possono anche ammirare le varie fasi dell’antica lavorazione di questo elemento.

INFO

Ufficio Turistico
tel: +39 0588 86099
email: info@volterratur.it
www.livemontecatini.it
www.volterratur.it/montecatini-val-di-cecina/

comuni-montecatini-valdicecina-castello-querceto

"Montecatini nasce come castello, maniero e residenza di cavalieri venuti dal Nord."

La grande torre, le antiche mura, la tradizione guerresca: Montecatini nasce come castello, maniero e residenza di cavalieri venuti dal Nord.

Nel tempo il borgo scopre la propria vocazione mineraria, già sicuramente sfruttata dagli Etruschi, ma non perde il proprio nobile fascino e il profilo altero, che fanno di questo piccolo centro un vero incanto.

La Torre dei Belforti fu costruita nel corso del 1300 dalla nobile famiglia dei Belforti, allora dominante a Volterra. Realizzata su fortilizi di epoca remota, è oggi visitabile, e permette dalla sua sommità, di ammirare l’orizzonte, dalle colline al mare.

Da non perdere il Castello di Querceto, esempio del sistema militare anticamente presente in tutta la Valdicecina e posto nel piccolo borgo di Querceto, è oggi sede di un’azienda vinicola.

Arroccato sulla propaggine settentrionale del Poggio al Pruno, il Borgo della Sassa è il rilievo più alto della zona che sovrasta tutta la piana costiera. Sassa regala al visitatore un incanto fatto di quiete, storia e tradizione ancora vividi nel volto e nei ricordi dei suoi abitanti.

Idee, itinerari, proposte ed eventi: un assaggio di tutto quello che si può fare
in Valdelsa Valdicecina.

color_lens Idee

explore Itinerari
work Proposte di viaggio
event Eventi
local_offer Offerte

Ospitalità

Dimore storiche, affascinanti casolari, raffinati relais immersi nella campagna o antichi castelli per sentirti in un altro tempo. Trova il tuo alloggio preferito e goditi ogni risveglio
nella bellezza della Valdelsa Valdicecina.

Scopri tutti i contenuti su

visittuscany logo
Scroll to Top