Immersi nel verde alla scoperta delle riserve naturali

L’aria pura che si respira nelle aree protette accompagna le tue avventure attraverso i boschi e lungo i fiumi, cercando la fauna selvatica e i ruderi abbandonati.

OUTDOOR / NATURA / SLOW TRAVEL

outdoor-campagna-natura-valdicecina

Nel silenzio e nella magia delle riserve naturali si annidano orme e leggende di uomini vissuti tempo fa, mentre numerose specie animali e vegetali prosperano da molto più a lungo. Si tratta di un vero e proprio patrimonio: quasi 9.000 ettari di paesaggi boscosi da tutelare, valorizzare e rispettare. Qui potrai passare delle giornate in famiglia rilassanti o avventurose, fatte di gioco o di sport, respirando l’aria pulita delle foreste.

"Le aree naturali più belle per le tue attività outdoor"

Echi dal passato: storia e panorami

Nella Riserva naturale di Castelvecchio, a San Gimignano, si possono ancora intravedere, in mezzo ad una natura che cresce forte e rigogliosa, i suggestivi resti di un antico villaggio nato intorno all’omonima roccaforte medievale.

A Radicondoli, invece, nella parte della Riserva naturale delle Cornate e Fosini in cui le Colline Metallifere si fanno basse, sorge l’affascinante castello di Fosini, un punto panoramico per fermarsi e guardare lungo un orizzonte ampio e suggestivo, cercando le ex cave di Rosso Ammonitico da cui per anni sono state estratte pietre stupende, destinate ad abbellire importanti monumenti come il duomo di Siena.

La Riserva naturale della Foresta di Berignone, tra Volterra e Pomarance, è stata la scenografia delle storie e delle vite delle persone vissute qui fino a poco fa: durante la II Guerra Mondiale, infatti, i due ruderi delle rocche medievali hanno protetto molti partigiani dallo sguardo dei nemici.

Ruderi nella Riserva naturale di Castelvecchio a San Gimignano

Fiumi: tra leggende e sport all’aperto

Sempre all’interno della Riserva naturale della Foresta di Berignone è presente un’area balneabile imprescindibile nelle calde giornate estive: il Masso delle Fanciulle. Questo luogo verdeggiante deve il suo nome evocativo ad un’antica e triste leggenda, che vide alcune giovani donne gettarsi nelle acque del Cecina per sfuggire alle attenzioni morbose di un uomo, perdendo la vita ma conservando la libertà.

Il Parco fluviale dell’Alta Val d’Elsa, a Colle Val d’Elsa, è l’ideale per una giornata di piccole avventure in una cornice suggestiva. Qui è stato realizzato il “Sentierelsa”, un percorso di pochi chilometri che costeggia il fiume con scorci incantevoli, immersi nella vegetazione; alcune associazioni permettono di praticare un leggero e sicuro rafting lungo le acque azzurre dell’Elsa.

Rocce, animali, piante e simboli

La Riserva naturale di Monterufoli – Caselli è tanto vasta da abbracciare quattro comuni della Valdicecina (Monteverdi Marittimo, Pomarance, Montecatini Val di Cecina e Volterra) ed è un vero e proprio parco giochi dove partire alla ricerca delle bizzarre formazioni geologiche create dalla natura. Attraverso percorsi di trekking, in bici o a cavallo, semplici o per escursionisti con esperienza, è facile accorgersi della grande biodiversità animale e vegetale che vive in quest’area protetta. Non molto distante si trova il territorio della geotermia, dove i percorsi e gli itinerari si snodano attraverso un paesaggio misterioso e inusuale.

La Riserva Naturale Senese Bosco di Sant’Agnese, in parte nel territorio di Poggibonsi, è stata istituita a protezione di un simbolo della toscana: il cipresso. La secolare cipresseta, forse addirittura millenaria, è uno spazio tranquillo e suggestivo, dove prospera un albero che testimonia il lontano passato di questa terra, che affonda le radici al tempo degli etruschi.

outdoor-volterra-riserva-naturale-berignone-valdicecina

Valdelsa Valdicecina
terra di racconti e di armonia

Tra i borghi e la natura vivono le storie più intime e coinvolgenti, come la tua!
Scopri tutte le attività per il tuo soggiorno ideale.

Scopri tutti i contenuti su

visittuscany logo
Scroll to Top