Senza Titolo

Sole Lewitt

ARTE ALL' ARTE 1997 / ASSOCIAZIONE ARTE CONTINUA / MUSEO ARCHEOLOGICO / COLLE VAL D' ELSA / ARTE CONTEMPORANEA

Sol Lewitt

Il progetto realizzato da Sol Lewitt per la Città di Colle Val d’Elsa, in occasione dell’edizione di Arte all’Arte del 1997, nasce dalle ripetute visite alla città da parte dell’artista. Nel corso dei suoi numerosi viaggi nella valdelsa, Sol Lewitt ha potuto infatti conoscere ed entrare in contatto con la città nel suo insieme, con la sua storia, le sue tradizioni e il suo particolare tessuto urbano. La scelta di partecipare ad Arte all’Arte si deve ad un suo personale percorso che si basa sul continuo studio del rapporto che si crea tra architettura e arte. Mentre la prima si occupa di creare aree, strutture, corpi con una o più funzioni specifiche, la seconda non ha il carattere della funzionalità, ma riesce comunque a creare aree che possono essere considerate come luoghi dalle basi però del tutto diverse da quelle architettoniche.
Quando invece l’arte tridimensionale comincia ad assumere alcune delle caratteristiche delle strutture architettoniche, arriva quasi a perdere la sua funzione artistica. Proprio in virtù di queste considerazioni, Sol LeWitt viene considerato uno dei protagonisti dell’Arte Concettuale, che propone una modalità artistica in cui l’idea o la progettazione viene prima di tutto, come l’artista stesso sottolinea dicendo:

Nell’Arte Concettuale l’idea, o il concetto, costituisce l’aspetto più importante del lavoro. Quando un artista utilizza una forma di Arte Concettuale vuol dire che tutto il progetto e tutte le decisioni vengono prese anticipatamente e che l’esecuzione si riduce a un fatto meccanico. […] L’Arte Concettuale non è teoretica, né illustra teorie, essa è intuitiva. Gli artisti concettuali sono mistici piuttosto che razionalisti. Arrivano a conclusioni cui la logica non può arrivare.
(Cit. Sol Lewitt, 1997)


BIOGRAFIA
Solomon, Sol, LeWitt (Hartford, 9 settembre 1928 - New York, 8 aprile 2007) è stato un artista statunitense, nato nella capitale del Connecticut. Un artista legato a vari movimenti tra cui il minimalismo e, soprattutto, l’arte concettuale, di cui è uno dei massimi esponenti. Sol Lewitt è famoso per i suoi Wall drawings e le sue strutture che non voleva definire come sculture poiché basate su semplici forme geometriche che, non di rado, dialogavano con l’architettura e ne rispecchiavano alcune delle sue principali caratteristiche. Era tuttavia un abile artista, sia nel campo dei disegni che in quello delle stampe, della fotografia e della pittura, realizzando, come lui stesso diceva, il progetto di un’opera “abbastanza specifico da risultare più o meno come voglio, ma abbastanza generale da avere la libertà di interpretare”.
Nel corso della sua carriera, è stato il protagonista di numerose mostre in musei e gallerie di tutto il mondo. Viveva ufficialmente a Chester ma aveva la sua seconda casa proprio in Italia, a Spoleto, con una casa torre sulle pendici di Monteluco e uno studio nel centro storico della città.

Scroll to Top