Meridiana


Giulio Paolini

AFFINITÁ. CINQUE ARTISTI PER SAN GIMIGNANO / PIAZZA DI SANT'AGOSTINO / SAN GIMIGNANO / ARTE AMBIENTALE

WhatsApp Image 2021-07-19 at 08.27.53

In occasione del progetto Affinità. Cinque artisti a San Gimignano, Giulio Paolini è invitato a partecipare, insieme ad altri quattro artisti, alla realizzazione di opere d’Arte contemporanea nella città di San Gimignano. Per l’occasione, Paolini progetta e realizza su uno dei lati della Chiesa di Sant’Agostino che affaccia sulla piazza, una “meridiana”. Ma non è una meridiana qualsiasi. Si tratta di una moderna meridiana che vuole ricordare, nel luogo e nelle dimensioni, l’antica meridiana che si trovava lì anni e anni prima, e ormai perduta. Nel quadrante intonacato di bianco, Paolini inserisce un’incisione raffigurante due motivi concentrici: una mano intenta a segnare con la punta di una matita il centro dell’orologio da polso di una seconda mano, e un tracciato orbitale di cerchi ed ellissi fra loro tangenti, che trae a sua volta origine dal cerchio dell’orologio precedente.
Infine, in corrispondenza della punta della matita disegnata Paolini inserisce, leggermente inclinata, una vera e propria matita di bronzo che segna il punto d’origine dei due disegni e che ha, allo stesso tempo, il ruolo di gnomone della nuova meridiana.
A coronare questo particolarissimo disegno astrale, è la presenza della frase “Tout se tient”, che segue in modo impeccabile l’intero andamento concentrico del disegno, iniziando e finendo con la medesima lettera “T”. La scritta richiama inoltre l’immagine di una meridiana perché contiene in modo quasi ridondante le lettere che segnano i quattro punti cardinali: “O”(Ovest), “S”(Sud), “E”(Est), “N”(Nord).
La locuzione francese “Tout se tient”, risalente a Ferdinand de Saussure (comparsa per la prima volta in un testo del 1989), rappresenta un grande insieme in cui tutte le parti sono coerenti e interrelate, così come lo stesso motivo delle orbite planetarie evoca il sistema perfettamente equilibrato e autonomo dell’iconografia celeste: immagine di un’armonia in sé ben definita e compiuta.


BIOGRAFIA
Giulio Paolini nasce il 5 novembre del 1940 a Genova e attualmente vive e lavora a Torino.
Dalla sua prima partecipazione a un'esposizione collettiva nel 1961 e dalla sua prima personale nel 1964 ha tenuto innumerevoli mostre in gallerie e musei di tutto il mondo e il suo lavoro è rappresentato in altrettanti numerose collezioni pubbliche internazionali. Grafico di formazione, ha sempre nutrito un particolare interesse per il campo editoriale e la pagina scritta. Fin dall'inizio ha accompagnato la sua ricerca artistica con riflessioni raccolte in libri curati in prima persona e dal 1969 ha progettato e realizzato anche scene e costumi per importanti rappresentazioni teatrali in Italia.

Scroll to Top